Carta, “è tua, firmala”

Jun 08 2016
(0) Commenti
  • Facebook
  • Twitter
  • Instagram
La Cgil lancia la sua sfida: il 9 aprile nelle piazze delle città italiane migliaia di banchetti per raccogliere le firme necessarie alla proposta di legge. Impegnata l’intera segreteria confederale e i leader di tutte le categorie. Camusso a Milano

 

“E’ tua firmala!” , con questo slogan la Cgil lancia la sua #SfidaXiDiritti. Sabato prossimo, 9 aprile , nelle piazze delle città italiane la Cgil allestirà migliaia di banchetti e gazebo dove, dalle prime ore del mattino fino a sera, sarà possibile firmare la proposta di legge di iniziativa popolare “Carta dei diritti universali del lavoro – Nuovo Statuto di tutte le lavoratrici e di tutti i lavoratori” e i tre quesiti referendari .

La Confederazione chiamerà tutti i cittadini a sostenere con la propria firma la proposta di legge di iniziativa popolare sulla “Carta dei diritti” che propone di estendere i diritti a chi non ne ha e di riscriverli per tutti, e i tre quesiti referendari per la cancellazione del lavoro accessorio (voucher); la reintroduzione della piena responsabilità solidale in tema di appalti; e una nuova tutela reintegratoria nel posto di lavoro in caso di licenziamento illegittimo per tutte le aziende al disopra dei cinque dipendenti.

Tante le iniziative che sabato e nei prossimi mesi accompagneranno la raccolta delle firme. Dal nord al sud della penisola le piazze verranno animate da eventi, spettacoli, concerti e dibattiti. Il 9 aprile, in occasione della giornata che darà il via alla raccolta delle firme, i segretari confederali della Cgil e i segretari generali di categoria saranno presenti in diverse città d’Italia.

Camusso: una firma per la dignità del lavoro
Adesso si parla all’Italia
 | Lo spot 
Lo speciale di Rassegna (foto, video, articoli)

Impegnata l’intera segreteria confederale del sindacato di Corso d’Italia. Il segretario generale, Susanna Camusso sarà a Milano, alle ore 10.30, al gazebo allestito in piazza San Babila. Per l’occasione è prevista l’esibizione di gruppi musicali fino alle ore 18.

Serena Sorrentino invece si recherà a Torino, dalle ore 10, ai banchetti allestiti in tre punti della città: piazza Castello e ai mercati rionali di Borgo Vittoria e di corso Racconigi. Fabrizio Solari sarà a Napoli in piazza del Plebiscito a partire dalle ore 16, mentre Nino Baseotto sarà a Bolzano in piazza del Municipio a partire dalle ore 10 e a Trento presso il gazebo allestito tra via Manci e via Oss Mazzurana intorno alle ore 12.

Danilo Barbi sarà poi presente a Bologna, nel pomeriggio, al banchetto allestito in via Orefice, e Gianna Fracassi sarà a Genova , al gazebo allestito in piazzale Kennedy, a partire dalle ore 11. Vera Lamonica sarà a Firenze alle ore 15.30 al gazebo in piazza Strozzi, dove è previsto il concerto del gruppo musicale Mediterranea. Franco Martini sarà in provincia di Grosseto ai banchetti allestiti nel mercato di Follonica, e a seguire in quello di Castiglion della Pescaia.

Presenti anche i leader delle categorie della Cgil. Il segretario generale della Fp Cgil, Rossana Dettori sarà a Roma in corso Vittorio Emanuele II, a partire dalle ore 9.30; il leader della Slc Cgil, Massimo Cestaro a Catania; quello della Flai Cgil, Stefania Crogi a Trieste; il leader della Fisac Cgil, Agostino Megale ad Ancona; il segretario della Fiom Cgil, Maurizio Landini a Venezia; quello della Filctem Cgil, Emilio Miceli a Palermo; il segretario generale del NidiL Cgil, Claudio Treves a Bari; il segretario della Flc Cgil, Domenico Pantaleo a Perugia; il leader della Filt Cgil,Alessandro Rocchi ad Aosta e quello della Fillea Cgil, Walter Schiavella a Cagliari.

La raccolta di firme è il proseguimento di un percorso, iniziato a gennaio con la consultazione straordinaria degli iscritti e delle iscritte che ha visto lo svolgimento di 41.705 assemblee durante le quali hanno votato 1.466.697 iscritte ed iscritti alla Cgil, con il 98,49% di voti favorevoli alla ‘Carta dei diritti’ e 93,59% a favore del mandato al Comitato Direttivo della Cgil per definire quesiti referendari utili a sostenere il percorso per la trasformazione della ‘Carta’ in legge.

Articoli Correlati

Lascia un commento