Come andare avanti quando vorresti mollare: la regola del 40%

May 12 2016
(0) Commenti
  • Facebook
  • Twitter
  • Instagram

Ci sono momenti in cui andare avanti sembra impossibile, in cui siamo certi di aver raschiato il fondo delle nostre riserve, ma è proprio in questi momenti che dovremmo ricordare la regola del 40.

“La determinazione è il duro lavoro che fai dopo che ti sei stancato del duro lavoro che hai fatto”.

Newt Gingrich

 

Quella di Gingrich è in assoluto una delle frasi sull’andare avanti che più amo. Poche altre citazioni infatti catturano l’essenza del concetto di determinazione meglio di questa.

Eppure ho il sospetto che in questo momento tu abbia bisogno di qualcosina in più di semplici frasi motivazionali:

– Magari sei all’università e per quanto impegno tu ci stia mettendo, non riesci ad andare avanti nel tuo percorso accademico.

– Magari stai cercando di cambiare vita e lo vorresti fare instaurando nuove buone abitudini, ma nonostante la tua buona volontà, difficilmente riesci ad essere costante e ad ottenere risultati significativi.

– Magari stai rincorrendo un ambizioso obiettivo professionale e ultimamente ti stai chiedendo se forse non sia… troppo ambizioso!

Beh, qualsiasi sfida tu stia affrontando, se pensi di essere arrivato al limite, se sei convinto di non riuscire più ad andare avanti, dedicami i prossimi 5 minuti.

Ho preparato per te un video in cui parlo della regola del 40%.

Si tratta di uno strumento molto semplice, ma che mi auguro ti aiuterà a ripensare quelli che sono i tuoi veri limiti.

 

 

La regola del 40% può essere uno strumento fantastico per cambiare prospettiva e si è dimostrato per me fondamentale negli ultimi mesi. Un’avvertenza però…

Limitarti a conoscere la regola di cui parla Itzler nel suo libro (Living with a SEAL), non basta.

Se vuoi davvero ridefinire il confine dei tuoi limiti, devi vivere sulla tua pelle quelle che in psicologia si chiamano esperienze emozionali correttive.

Senza perderci in paroloni…

Ripeterti “ce la posso fare!“, “ce la posso fare!“, “ce la posso fare!“, o altre affermazioni positive, non serve ad una beneamata cippa fritta e di certo non ti aiuterà ad andare avanti.

Se vuoi davvero superare i tuoi limiti, devi metterti nelle condizioni di fare un passo (anche piccolissimo) al di fuori di quella gabbia mentale dorata di cui ti ho parlato nel video.

Solo queste azioni concrete insegneranno al tuo cervello che certi limiti sono solo frutto della sua immaginazione.

 

CONCLUSIONI

Sono convinto che nei prossimi giorni, in almeno un’occasione, avrai voglia di mollare la presa, di barattare i tuoi obiettivi per qualche distrazione a buon mercato.

Ehi! Non siamo robot, ci sta.

Quando però si presenterà una di queste occasioni, vorrei che ti ricordassi di questo video e dellaregola del 40%. Ma soprattutto vorrei che, invece di arrenderti alle prime difficoltà, tu provassi a dare una sbirciatina oltre quelli che oggi pensi siano i tuoi limiti.

Solo una sbirciatina. Un piccolo passo oltre il recinto. Nulla di più.

 

Fonte: http://www.efficacemente.com/2016/03/andare-avanti/

Articoli Correlati

Lascia un commento